Un team di ricerca interdipartimentale guidato da Marco Ventoruzzo ottiene un finanziamento dalla Bce
PERSONE |

Un team di ricerca interdipartimentale guidato da Marco Ventoruzzo ottiene un finanziamento dalla Bce

IL GRUPPO, CHE COMPRENDE STUDIOSI DELLA BOCCONI E DI ALTRE UNIVERSITA' ITALIANE E INTERNAZIONALI, E' STATO PREMIATO PER UNA PROPOSTA DI RICERCA SUL CONTROLLO GIURISDIZIONALE DEGLI ATTI DELLA BANCA CENTRALE

Quando, nel settembre 2012, la Banca centrale europea (Bce) ha annunciato il suo programma Outright Monetary Transaction (Omt), che consente alla banca l'acquisto sui mercati secondari di quantità illimitate di obbligazioni emesse da governi dell'Eurozona in difficoltà finanziaria, la Corte costituzionale tedesca ha affermato che la Bce era andata oltre i suoi poteri e ha chiesto alla Corte di giustizia dell'Unione europea (Cgue) di pronunciarsi sulla materia. La richiesta della Corte tedesca era formulata in un modo che ha indotto qualcuno a interpretarlo come una sorta di “ultimo avvertimento” alla Cgue, che metteva in discussione l'esistenza stessa dell'Unione.
 
Nel giugno 2015 la Cgue ha deciso a favore della Bce, senza conseguenze per la stabilità dell'Unione europea, ma il caso mette in luce la complessità e la delicatezza del controllo giurisdizionale degli atti amministrativi della Bce in diversi stati membri e a livello UE.
 
Un gruppo di ricerca, guidato da Marco Ventoruzzo del Dipartimento di studi giuridici della Bocconi, ha ottenuto uno dei finanziamenti del Legal Research Programme della Bce per il progetto di un paper dal titolo Judicial Review of Central Bank Policies and Decisions in a Comparative Perspective. Il progetto sarà presentato da Ventoruzzo a Francoforte in una conferenza organizzata dalla Bce nel mese di giugno.
 
“Vogliamo offrire un quadro chiaro e dettagliato del controllo giurisdizionale delle decisioni della banca centrale in vari stati membri e a livello europeo”, afferma Ventoruzzo. “Poi vogliamo condurre un'analisi empirica del controllo giurisdizionale degli atti delle banche centrali nelle principali giurisdizioni europee e da parte della Cgue negli ultimi dieci anni e, infine, vogliamo individuare le questioni aperte più delicate”.
 
Il team di ricerca comprende studiosi dell'unità di ricerca Rules del Centro Baffi-Carefin della Bocconi, provenienti dal Dipartimento di studi giuridici e dal Dipartimento di economia (Filippo Annunziata, Piergaetano Marchetti e Donato Masciandaro), nonché accademici dell’Università degli Studi di Genova (Lorenzo Cuocolo), della Université Paris II (Thierry Bonneau), del Max Planck Luxembourg (Burkhard Hess), del Max Planck Hamburg (Klaus Hopt) e della London School of Economics (Niamh Moloney).

di Fabio Todesco

News

Tutte le News
  • Il soffitto di vetro secondo gli economisti

    Paola Sapienza della Kellogg School of Management sara' la keynote speaker alla premiazione dei paper che si sono aggiudicati l'UWIN Unicredit Universities Best Paper in Gender Economics  

  • Bocconi e Gucci creano un Gucci Research Lab

    L'evoluzione dell'organizzazione nel XXI secolo sara' l'oggetto di ricerca del Lab, che sara' annunciato nel corso della cerimonia di apertura dell'anno accademico  

Seminari

  Gennaio 2018  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Economia digitale e big data
    Diritto Commerciale

    Saluti introduttivi: Federico Ghezzi, Università Bocconi.   Moderatore: Roberto Sommella, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.   Relatori: Roberto Chieppa, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato; Andrea Pezzoli, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato; Michele Polo, Università Bocconi; Mariateresa Maggiolino, Università Bocconi; Giuseppe Colangelo, Università della Basilicata

    N02 Piazza Sraffa, 13

  • Income Segregation and Rise of the Knowledge Economy

    Enrico Berkes (Northwestern University)

    Sala riunioni 5.e4.sro4 - Via Roentgen, 1