Il caso dei Buoni per i migranti
SCIENZE POLITICHE |

Il caso dei Buoni per i migranti

UNO STUDIO DI AMATO E FANTACCI VERIFICA LA POSSIBILITA' DI EMETTERE UNA MONETA LOCALE A FAVORE DEI RIFUGIATI

La moneta come mezzo d’integrazione. È un’idea di Massimo Amato e Luca Fantacci della Bocconi, che per conto dell’amministrazione comunale di San Martino in Rio (Re) hanno compiuto uno studio sulla possibilità di emettere una moneta locale in grado di aiutare i richiedenti asilo a integrarsi nel tessuto economico-sociale. «In un piccolo paese», spiega Amato, «i migranti inattivi rischiano di restare estranei al corpo sociale. L’idea è consentire loro di guadagnarsi la permanenza sul territorio formandoli, facendoli lavorare per il bene comune, per  esempio curando il verde pubblico, e pagandone le prestazioni in una moneta complementare». Si chiamano Bst, Buoni di solidarietà territoriale, e sono convertibili in euro entro sei mesi, un lasso di tempo che coincide con la permanenza media di un richiedente asilo sul territorio.

I Bst possono essere spesi solo nel comune emittente, la circolazione limitata è la loro forza. I commercianti che li ricevono possono usarli per effettuare altri pagamenti sul territorio, fino alla scadenza di sei mesi. In alternativa, si può immaginare che, a partire dalla prima transazione, la moneta abbia una scadenza di 30 giorni rinnovabile ad ogni passaggio di mano, fino a un massimo di sei mesi. «Alcuni studi ci dicono che la spesa pubblica locale ha moltiplicatori più elevati della spesa pubblica nazionale», spiega Amato. «Ma iniettare liquidità non basta. Bisogna generare i canali che permettano flussi monetari sul territorio, un compito assolto dai Bst che consentono di fare politiche di integrazione, cura del bene pubblico e sviluppo territoriale». L’idea di un euro temporizzato è stata elaborata nel quadro del progetto europeo Digipay4Growth, che lega sistemi di circolazione locale a effetti volano sull’economia. Il progetto dei Bst è stato approvato nel febbraio 2018. «Per arrivare all’implementazione è necessario superare, oltre ai pregiudizi nei confronti delle monete specializzate, questioni giuslavoristiche e relative alla piattaforma informatica da utilizzare».

Per approfondire
La moneta in equilibrio tra presente, passato e futuro
Come pagheremo nel terzo millennio
Common, il mio nome è  Common
L'anonimato visto in un esperimento
Prezzi da shock. Non solo in Kazakistan
Una, nessuna, 100 mila blockchain
Ico, partiamo dalla loro definizione
Il mobile wallet  si è fatto strada
I rischi della democrazia monetaria
Vuoi pagare il conto? A me gli occhi
La tech revolution dei pagamenti
 

di Claudio Todesco

News

Tutte le News
  • Il Dipartimento di Studi Giuridici va a Washington

    Il Dipartimento Bocconi sara' l'unica entita' non americana a partecipare alla Faculty Recruitment Conference organizzata dall'Association of American Law Schools  

  • MeetMeTonight: Bocconi racconta i segreti dei big data e dell'intelligenza artificiale

    Il machine learning e i rischi di hackeraggio della democrazia sono i temi delle attivita' Bocconi all'edizione milanese della Notte europea dei ricercatori, che si inaugura domani  

Seminari

  Ottobre 2019  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Contract as Voluntary Commutative Justice

    Hao Jiang, Tulane Law School

    Aula 1.C3-01, Via Roentgen 1

  • Rationalizable Implementation: Complete and Incomplete Information
    Teoria economica, Teoria delle Decisioni ed Economia Sperimentale

    Robert Serrano (Brown University)

    Aula Seminari 3.e4.sr03 - Via Roentgen 1