Common, il mio nome e' Common
SCIENZE POLITICHE |

Common, il mio nome e' Common

UNA MONETA SPENDIBILE SOLO NELLE VENDITE GIUDIZIARIE PERMETTEREBBE AI CREDITORI DI RECUPERARE PARTE DEL PROPRIO CREDITO, COME PREVISTO DA UNA LEGGE DELEGA DEL 2017 IN ATTESA DI ATTUAZIONE

La crisi ha contribuito ad aumentare il numero di procedure concorsuali e la loro durata media, che si aggira attorno ai sette anni. La mancanza di compratori rende difficile la liquidazione degli attivi, il cui prezzo viene abbattuto ad ogni asta andata deserta. In Italia, le procedure pendenti sono 100mila, per un totale di crediti che si stima superi i 200, se non i 300 miliardi di euro. Cinque anni fa Pasquale Liccardo, allora Presidente del Tribunale fallimentare di Bologna, ebbe un’intuizione leggendo un passaggio del libro di Massimo Amato e Luca Fantacci Fine della finanza. L’idea consiste nel pagare ai creditori la parte ragionevolmente realizzabile del loro credito in una moneta spendibile solo nelle vendite giudiziarie delle altre procedure. Questa moneta complementare si chiama Common, che sta per competition money, ed è regolamentata da una legge delega approvata nell’ottobre 2017 e in attesa di attuazione. «L’anticipo in Common dà ai creditori un potere d’acquisto immediatamente spendibile», spiega Fantacci. «Essendo valida solo all’interno delle procedure concorsuali, questa moneta contribuisce a rendere più veloci le vendite giudiziarie e a contrastare il calo dei prezzi. Alla fine della procedura, il creditore ottiene in euro la parte del credito rimanente non compensata in Common».

Il sistema poggia su due pilastri. Il primo è il registro delle procedure del ministero della Giustizia. Il secondo è un organo di certificazione avente lo scopo di uniformare le valutazioni dei crediti ai fini dell’emissione dei Common sulla base dei dati accumulati nel marketplace digitale che contiene le aste giudiziarie. Questa specie di eBay fallimentare contribuisce ad aggirare connivenze, cartelli collusivi, aste pilotate ed essendo uno spazio pubblico accessibile supera il problema della pubblicità limitata delle vendite giudiziarie. «Se non si riesce a spendere i propri Common al terzo anno la moneta scade e si trasforma in una partecipazione a un fondo in cui vengono conferiti i beni invenduti, consentendo di chiudere la procedura».

Per approfondire
La moneta in equilibrio tra presente, passato e futuro
Come pagheremo nel terzo millennio
Il caso dei Buoni per i migranti
L'anonimato visto in un esperimento
Prezzi da shock. Non solo in Kazakistan
Una, nessuna, 100 mila blockchain
Ico, partiamo dalla loro definizione
Il mobile wallet  si è fatto strada
I rischi della democrazia monetaria
Vuoi pagare il conto? A me gli occhi
La tech revolution dei pagamenti

 

di Claudio Todesco

News

Tutte le News
  • Il Dipartimento di Studi Giuridici va a Washington

    Il Dipartimento Bocconi sara' l'unica entita' non americana a partecipare alla Faculty Recruitment Conference organizzata dall'Association of American Law Schools  

  • MeetMeTonight: Bocconi racconta i segreti dei big data e dell'intelligenza artificiale

    Il machine learning e i rischi di hackeraggio della democrazia sono i temi delle attivita' Bocconi all'edizione milanese della Notte europea dei ricercatori, che si inaugura domani  

Seminari

  Ottobre 2019  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Contract as Voluntary Commutative Justice

    Hao Jiang, Tulane Law School

    Aula 1.C3-01, Via Roentgen 1

  • Rationalizable Implementation: Complete and Incomplete Information
    Teoria economica, Teoria delle Decisioni ed Economia Sperimentale

    Robert Serrano (Brown University)

    Aula Seminari 3.e4.sr03 - Via Roentgen 1