Una piccola quota per la formazione aziendale migliora la frequenza dei corsi
ECONOMIA |

Una piccola quota per la formazione aziendale migliora la frequenza dei corsi

LO HANNO VERIFICATO DIEGO UBFAL E COAUTORI NEL CORSO DI UN ESPERIMENTO IN GIAMAICA

Milioni di dollari vengono spesi ogni anno in sovvenzioni ai programmi di formazione imprenditoriale nei paesi in via di sviluppo. L’efficacia di questi programmi non è dimostrata, né è chiaro se offrirli gratuitamente rappresenti la soluzione ottimale. Diego Ubfal, economista dello sviluppo al Dipartimento di Economia, sta studiando la questione con alcuni co-autori attraverso la sperimentazione. “La maggior parte di queste esperienze formative è volta all’adozione di buone pratiche imprenditoriali”, spiega. Grazie a un esperimento che si è tenuto in Giamaica, i ricercatori hanno però dimostrato che sono i programmi incentrati sulle soft skills a sortire gli effetti migliori su aumento dell’iniziativa personale, profitti e vendite. Accade però solo nel breve periodo. Dopo 12 mesi, in assenza di forme di tutorship, l’effetto benefico svanisce. Far pagare l’accesso ai corsi può incoraggiare i microimprenditori a partecipare, a impegnarsi maggiormente, ad adottare le pratiche raccomandate? Per rispondere, gli autori hanno condotto un secondo esperimento in Giamaica. Hanno individuato il prezzo che ogni partecipante è disposto a pagare per il corso e l’hanno poi cambiato in modo casuale. Il programma formativo è stato fornito solo agli imprenditori disposti a pagare un prezzo superiore a quello assegnato dal caso. In tal modo, i ricercatori sono stati in grado di valutare la reale disponibilità a pagare e verificare se chi paga il corso ne beneficia di più. Un certo numero di partecipanti non ha però effettuato il pagamento.

Quando l’esperimento è stato spostato in Messico, i ricercatori hanno perciò chiesto di firmare un impegno al pagamento e lasciare un deposito. “Stiamo effettuando le interviste che ci permetteranno di verificare gli effetti del programma, ma abbiamo già alcuni risultati relativi alla partecipazione. Il pagamento di un prezzo per l’ingresso riduce il numero di partecipanti, con tassi di partecipazione più bassi a un prezzo più alto. In compenso, aumenta la frequenza ai corsi. Solo il 59% delle persone a cui è stato offerto gratuitamente il programma ha frequentato almeno 5 lezioni su 10. La percentuale sale al 90% tra chi ha acquistato il corso al 50% del suo costo. È un fatto importante. La maggior parte di questi corsi vengono offerti gratuitamente da ONG. Far sì che i partecipanti sostengano almeno una parte dei costi aiuterebbe le organizzazioni a raggiungere l’obiettivo della sostenibilità economica”.

Per approfondire
L’imprenditorialità oltre le startup
Trasformare la Spotify dei libri di testo in 4,8 milioni di dollari
Predire il successo delle startup grazie ai dati
Dal toast all’avocado a una startup di Brooklyn
Per avere successo non basta un buon business plan
Portare gli SMS a un altro livello con Kaleyra
La proprietà familiare aiuta a far fronte alle incertezze politiche
Gli imprenditori che si comportano come scienziati ottengono risultati migliori
Il ruolo chiave della tassazione nello sviluppo delle startup
Un identikit degli imprenditori dal 1850 a oggi
Discriminazioni di genere nei finanziamenti? A ben guardare c'e' una sorpresa
I risultati delle imprese familiari sono legati al contesto culturale
L'approccio sperimentale attrae gli investitori
I social network favoriscono l'imprenditorialita'
Spinoff: con la crescita per gemmazione l'imprenditore minimizza il rischio
Un ERC Grant a Tamas Vonyo per un progetto sulle conseguenze economiche della prima guerra mondiale nell'Europa centrale

 

di Claudio Todesco

News

Tutte le News
  • Ricerca: l'intelligenza artificiale entra nei processi aziendali di acquisto

    SDA Bocconi School of Management con Sap Ariba e Accenture indagano lo stato dell'arte della digitalizzazione degli acquisti in Italia con il progetto di ricerca Digital Procurement  

  • Seicento economisti europei cercano lavoro a Napoli

    La European Economic Association, il 6 e 7 dicembre, organizza la prima edizione del job market europeo per i giovani economisti in cerca di un impiego in universita', banche centrali e istituzioni private  

Seminari

  Marzo 2019  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Safe Assets and Structural Transformation: Evidence from Colombia

    Nicola Limodio, Università Bocconi BROWN BAG SEMINAR

    Sala riunioni 2.e4.sr03 - Via Roentgen, 1

  • Market Design in Regulated Health Insurance Markets: Risk Adjustment vs. Subsidies
    Applied Microeconomics

    Liran Einav (Stanford University) Paper

    Aula Seminari 5.e4.sr04 - Via Roentgen 1