Quel rapporto che crea incertezza
FINANZA |

Quel rapporto che crea incertezza

RAPPORTO DEBITO/PIL, SOLO UNA RIDUZIONE RAPIDA FAVORISCE INNOVAZIONE E RICCHEZZA. I RISULTATI DI UN PAPER DI MARIANO MASSIMILIANO CROCE

Il dibattito pubblico sull’austerità in Europa e negli Stati Uniti dopo la crisi del 2008 contrappone due visioni. Da una parte si sostiene che vadano adottate politiche fiscali orientate alla crescita, anche a discapito del contenimento della spesa pubblica. Dall’altra si afferma invece l’importanza della stabilizzazione del rapporto debito/Pil, come del resto stabilito dal Patto di stabilità e crescita sottoscritto dagli stati membri dell’Unione Europea. Secondo Mariano Massimiliano Croce, professore ordinario al Dipartimento di finanza che studia modelli di equilibrio economico generale in condizioni di incertezza, il dibattito non tiene conto della dimensione temporale. «Politiche fiscali che mirano a stabilizzare consumi e produzione possono compromettere la crescita nel lungo periodo», spiega. «L’aumento del rapporto fra debito pubblico e Pil per far fronte a crisi transitorie crea incertezza su come il governo pagherà il debito e quindi sulla pressione fiscale futura. Tale incertezza scoraggia gli investimenti in innovazione che contribuiscono al tasso di crescita nel lungo periodo». Croce e i co-autori del paper Persistent Government Debt and Aggregate Risk Distribution hanno testato empiricamente questo modello teorico utilizzando dati relativi a quindici Paesi, Italia compresa.

Hanno così verificato che, quando i governi sono particolarmente lenti nel ridurre il rapporto debito/Pil, nel medio-lungo periodo si registra una contrazione di produzione e consumi, si crea maggiore incertezza, aumenta la probabilità di un rallentamento della crescita. «Esiste un trade-off tra la stabilizzazione del ciclo economico e la crescita di lungo periodo. Bisogna perciò essere cauti nell’utilizzo di politiche fiscali che si ritiene siano espansive. La riduzione rapida del rapporto debito/Pil favorisce, invece, innovazione e ricchezza aggregata».

Per approfondire
Crisi finanziarie: chi e come può prevederle
Come le imprese superano le crisi
L'algoritmo della luna che prevede il futuro
I controllori che anticipano il rischio di crisi
 

di Claudio Todesco

News

Tutte le News
  • La risposta emotiva del pubblico alla crisi sanitaria

    Tre professori della Bocconi di diverse discipline hanno analizzato 6,5 milioni di tweet nel corso della pandemia  

  • Predire il comportamento dei cittadini in una pandemia

    Jerome Adda sta indagando su un elemento chiave nell'implementazione di politiche in grado di minimizzare l'infezione  

Seminari

  Agosto 2020  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Brown Bag Seminar with Elica Krasteva

    Elica Krasteva (Università Bocconi)

    Webinar

  • Accounting Department Seminar with A.Huang

    Allen Huang (HKUST)   Registration   Note that Zoom registration is required – this can be done before the seminar date by clicking on the Registration link.

    Webinar