Morning Knowledge /14. Conti
ACCOUNTING |

Morning Knowledge /14. Conti

ANCHE LE AZIENDE PIU' RESPONSABILI CERCANO DI DISTOGLIERE L'ATTENZIONE DALLE LORO DEBOLEZZE, DICE ARIELA CAGLIO. MA ATTENZIONE A NON BUTTARE VIA IL BAMBINO CON L'ACQUA SPORCA


In caso di performance non ottimali, le aziende cedono alla tentazione di manipolare la loro reportistica, adottando strategie volte a offuscare le cattive performance e ad enfatizzare quelle buone. Questo è vero anche per le aziende che partecipano all’International Integrated Reporting Council Pilot Programme e che adottano l’Integrated Reporting (IR), un tentativo all'avanguardia di collegare le performance finanziarie e non finanziarie di un’azienda in un unico documento, secondo uno studio di Ariela Caglio e colleghi.
 
Tali strategie di divulgazione dipendono non solo dal livello di performance delle imprese, come suggerito da studi precedenti sull'informativa narrativa, ma anche dal tipo di performance (finanziaria o non finanziaria) che i manager vorrebbero celare.
 
In particolare, le imprese con risultati finanziari più deboli pubblicano relazioni integrate più lunghe, meno leggibili e più ottimistiche delle altre. È interessante notare che sono anche più complete in termini di informazioni sulle performance non finanziarie, segnalando una probabile strategia di disclosure finalizzata a riorientare l'attenzione dai numeri ad aspetti più soft delle loro performance.
 
In presenza di performance sociale debole, le relazioni sono più nebbiose (meno leggibili) e meno complete. Ciò suggerisce che le imprese con cattive prestazioni non finanziarie adottano strategie basate sulla manipolazione della facilità di lettura e sulla manipolazione dei contenuti tematici, in particolare concentrandosi su argomenti di "messa a punto" ambientale e su temi sociali e di governance.
 
Tuttavia, conclude Caglio, non dovremmo gettare il bambino con l’acqua sporca: l’Integrated Reporting rimane una buona idea, che porta grandi benefici.

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Una Big Bang Theory sul successo di Gucci

    La scelta di conquistare il mercato attraverso il ringiovanimento dell'organizzazione e una nuova serie di valori e' stata la chiave del successo del turnaround di Gucci sotto la guida di Marco Bizzarri e Alessandro Michele, secondo uno studio presentato ieri  

  • L'AI che racconta le immagini in italiano

    CLIPItalian, recentemente sviluppato da un team che comprende Federico Bianchi, e' il primo e unico modello di AI per associare le immagini e le loro descrizioni in italiano su larga scala  

Seminari

  Settembre 2021  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Seminari

  • Going Digital to Conform and Perform: Learning Logics Underpinning Digital Advertising Spending

    Seoyoung KIM, University of Georgia   Seminario Job Market. Per informazioni contattare dip.mkt@unibocconi.it

    Webinar

  • Explaining Greenium in a Macro-Finance Integrated Assessment Model

    Biao Yang, Bocconi University Practice for Job Market

    Aula 7, Via Bocconi 8