A Nasi e Borlini un grant dell'Ambasciata americana
PERSONE |

A Nasi e Borlini un grant dell'Ambasciata americana

PER UN PROGRAMMA DI RICERCA SUL RIDISEGNO DEI SERVIZI COMUNALI NEL DOPOCOVID

Greta Nasi, professoressa associata di economia delle amministrazioni pubbliche alla Bocconi e research director for government di SDA Bocconi School of Management, e Leonardo Borlini, assistant professor presso il Dipartimento di Studi Legali della Bocconi, hanno ricevuto un finanziamento alla ricerca dall’Ambasciata americana in Italia, nell’ambito dell’Alumni Small Grant Program 2020. Il loro progetto, “Redesign Municipal Services to Create City Value in the Aftermath of COVID-19”, sviluppato in collaborazione con il Comune di Milano, mira a ridisegnare alcuni servizi pubblici locali in modo che non siano solo più adatti ad affrontare le esigenze emergenziali dovute alla pandemia, ma si trasformino in un miglioramento permanente per i cittadini e l’amministrazione.
 
Il programma dell’ambasciata, riservato a studiosi che abbiano partecipato in passato a un programma di scambio del governo americano, si propone di coinvolgere gli alumni nelle attività della missione americana in Italia e di rafforzare i contatti culturali su tematiche di interesse reciproco. Il tema di quest’anno era lo stimolo alla ripresa nel dopo-COVID. Il finanziamento andrà a coprire circa due terzi delle spese del programma di ricerca, che ammontano a 29.000 euro.
 
I due studiosi della Bocconi, che in passato hanno entrambi usufruito di borse Fulbright, hanno incentrato il loro progetto sui servizi offerti dal comune agli individui in quanto cittadini e potenziali imprenditori, nella convinzione che una sburocratizzazione delle procedure di avvio delle attività autonome possa rendere più semplice il reinserimento nel circuito produttivo di chi è colpito dalla crisi da COVID, ma che possa poi trasformarsi in un vantaggio competitivo permanente.
 
In una prima fase Nasi e Borlini cercheranno di capire come i cittadini pensano che il Comune possa creare valore. “Ricerche immediatamente precedenti la pandemia indicavano l’ampiezza dell’offerta di formazione, i tempi di attesa per le visite mediche specialistiche e la qualità dell’aria come tre fattori critici”, dice Nasi, “ma dovremo capire come il COVID abbia mutato la percezione dei cittadini”. Successivamente, attraverso focus group che coinvolgeranno cittadini ed esponenti dell’amministrazione, i due studiosi disegneranno i nuovi servizi, in modo che incontrino le esigenze dei cittadini, siano praticamente erogabili e compatibili con i diversi livelli di legislazione.

di Fabio Todesco

News

Tutte le News
  • La risposta emotiva del pubblico alla crisi sanitaria

    Tre professori della Bocconi di diverse discipline hanno analizzato 6,5 milioni di tweet nel corso della pandemia  

  • Predire il comportamento dei cittadini in una pandemia

    Jerome Adda sta indagando su un elemento chiave nell'implementazione di politiche in grado di minimizzare l'infezione  

Seminari

  Agosto 2020  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Brown Bag Seminar with Elica Krasteva

    Elica Krasteva (Università Bocconi)

    Webinar

  • Accounting Department Seminar with A.Huang

    Allen Huang (HKUST)   Registration   Note that Zoom registration is required – this can be done before the seminar date by clicking on the Registration link.

    Webinar