Misurare gli atteggiamenti europei sul rispetto delle politiche sanitarie
NEWS |

Misurare gli atteggiamenti europei sul rispetto delle politiche sanitarie

LA BOCCONI, CON CERGAS E COVID CRISIS LAB, PARTECIPA A UN PROGETTO COORDINATO DALL'HAMBURG CENTER FOR HEALTH ECONOMICS

La pandemia di Covid-19 offre un'opportunità storica per gli scienziati sociali e politici di studiare la risposta comportamentale a un'emergenza sanitaria globale. In che misura la popolazione si conforma alle decisioni politiche sulla distanza sociale e aderisce alle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità? Per rispondere a queste e ad altre domande l’Hamburg Center for Health Economics ha lanciato un'indagine su 7.500 persone in sette paesi europei, condotta dall'Università Bocconi, dalla Erasmus School of Health Policy and Management, dall'Università di Amburgo e dalla Nova School of Business and Economics. Il progetto è condotto nell'ambito dell'ETN (European Training Network), di cui sono partner Amburgo, Bocconi e altre università.
 
Denominato "Countering COVID-19: A European survey on acceptability and commitment to preventive measures", la prima ondata di lavoro sul campo si è svolta dal 2 al 15 aprile, utilizzando un questionario online che affrontava temi quali la percezione del rischio da parte delle persone, il sostegno alle politiche di contenimento, la fiducia nelle informazioni, le preoccupazioni, gli atteggiamenti rispetto alla vaccinazione e i comportamenti di prevenzione. La seconda ondata è in corso, e altre due sono previste per settembre e novembre, per fotografare come gli atteggiamenti sono progrediti nel tempo.
 
“Sono rimasta sorpresa dalla variazione nei vari Paesi degli atteggiamenti nei confronti di organizzazioni come l'OMS. Ci sono Paesi che si fidano molto più di altri”, ha dichiarato Aleksandra Torbica, direttore del Centro di ricerche sulla gestione dell'assistenza sanitaria e sociale della Bocconi (CERGAS) e professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali.
 
Ad esempio, le persone in Danimarca hanno il più alto livello di fiducia nell'OMS in Europa, Francia e Germania il più basso. Sono risultate diverse anche le preoccupazioni per la per la disoccupazione: Il 51% non era “per niente preoccupato” nei Paesi Bassi, il 49% in Francia, il 35% nel Regno Unito e solo il 20% in Italia.
 
L'adesione alla linea guida dell'OMS sulla distanza sociale è stata leggermente più uniforme nei sette Paesi, ma ha mostrato comunque delle variazioni. In Italia, il primo Paese in Europa ad essere stato colpito dal virus, il 73% ha dichiarato di “aderire pienamente” alla linea guida di un metro di distanza. Nei Paesi Bassi è stato del 67%, in Germania del 59% e solo del 54% in Danimarca.

di Jennifer Clark
Bocconi Knowledge newsletter

Persone

  • Un libro di statistica si aggiudica un importante premio

    Omiros Papaspiliopoulos e' uno dei due autori premiati dalla International Society for Bayesian Analysis  

  • Un finanziamento per contribuire a rafforzare il ruolo globale dell'UE

    Alexander Kentikelenis rappresenta la Bocconi nel consorzio che sviluppera' lo strumento  

Seminari

  Settembre 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Seminari

  • Enrico Diecidue: Timing and skewness of information revelation: evidence on information structures and compound lotteries

    ENRICO DIECIDUE - INSEAD

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)

  • Stefano Rossi, Bocconi University: The Coherence Side of Rationality: Rules of Thumb, Narrow Bracketing, and Managerial Incoherence in Corporate Forecasts

    STEFANO ROSSI - Università Bocconi

    Sala seminari 2-e4-sr03 - Via Roentgen, 1