Words of Europe, l'Europa in parole semplici
DIRITTO |

Words of Europe, l'Europa in parole semplici

IL BOCCONI LAB FOR EUROPEAN STUDIES LANCIA UN PODCAST CHE VUOLE DARE A TUTTI I CITTADINI GLI STRUMENTI UTILI A PARTECIPARE AL CONFRONTO DI IDEE SULL'UNIONE EUROPEA. LA PRIMA PAROLA E' SOLIDARIETA'

Noi siamo cittadini europei, ma spesso siamo portati a considerare l’Unione europea come un’entità astratta, che non ha grande influenza sulle nostre vite. In parte ciò è una misura del suo successo: siamo talmente abituati a certe conquiste che non le consideriamo più tali. Nasce proprio per questo la nuova serie podcast Words of Europe, a cura del Bocconi Lab for European Studies (BLEST).
 
Il podcast, raccontando in modo semplice alcune caratteristiche dell’UE, cerca di dare anche a chi non ha una preparazione specifica di tipo giuridico o economico gli strumenti per partecipare attivamente al confronto delle opinioni. Infatti, dice Eleanor Spaventa, direttrice del BLEST, “ci indirizziamo a tutte le persone interessate a partecipare in modo consapevole al dibattito pubblico sull’Unione e sul suo futuro.”
 
L'obiettivo del podcast, nelle parole di Graziella Romeo, docente al Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università Bocconi e curatrice della serie, è quello di “raccontare l’Unione europea in modo semplice, per evidenziare le sue logiche di funzionamento e descrivere le soluzioni adottate per problemi complessi.”
 
Ogni puntata avrà al centro un tema o una parola chiave, scelti dando volutamente un peso maggiore alle proposte dei ricercatori più giovani del BLEST, sui quali è importante avere una corretta informazione anche se (o proprio perché) è difficile trovarla sui giornali o sui social.
 

 
Le prime puntate tratteranno i concetti di solidarietà, di cittadinanza attiva, il progetto NextGenerationEU, sui quali hanno lavorato le giovani ricercatrici Fulvia Ristuccia, Maria Antonia Panascì e Rosalba Famà. Tutti argomenti che hanno assunto un significato nuovo con la pandemia e che sarà ancora diverso nell’Europa che emergerà dai drammatici avvenimenti cui assistiamo.
 
Nella prima puntata, dedicata alla parola solidarietà, Maria Antonia Panascì ripercorre i diversi significati che il termine ha assunto nella storia dalle sue origini nel diritto romano a oggi. Al significato originario di tipo giuridico si è infatti affiancato un concetto più esteso di natura politica, per cui l’idea di solidarietà è alla base dei moderni sistemi di stato sociale. Alle obbligazioni tra privati (“in solido”) si è quindi aggiunto nei secoli il dovere pubblico di ridistribuire le risorse in modo efficiente ed eticamente sostenibile. Sopra gli Stati-nazione si è poi creato un nuovo livello, quello della legge europea; ma se da una parte non si è ancora raggiunto un consenso su cosa effettivamente comporti la solidarietà nell’ordinamento europeo, dall’altra si è visto come essa abbia già iniziato a trascendere le tradizionali dimensioni nazionali legate al concetto ottocentesco di cittadinanza.
 
Ascolta l’episodio e segui la serie su:
 
Spotify
Apple Podcasts
Spreaker
Google Podcasts

di Andrea Costa
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • I ricchi, dei tra gli uomini

    Disponibile anche in Europa il libro di Guido Alfani sulla storia della ricchezza  

  • La stella che fa funzionare meglio gli algoritmi

    Un nuovo articolo affronta il tema della forma dello spazio delle soluzioni, un balzo in avanti nella comprensione di come si possono progettare algoritmi veloci e accurati  

Seminari

  Marzo 2024  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Seminari

  • El Hadi Caoui - Network Diversity, Market Entry, and the Global Internet Backbone

    EL HADI CAOUI - Rotman School of Management

    Alberto Alesina Seminar Room 5.e4.sr04, floor 5, Via Roentgen 1

  • Alex Frankel: Comparisons of Signals

    ALEX FRANKEL - Chicago Booth

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)