Strumenti di lavoro progettati per gli uomini e norme sociali ostacolano ancora il successo professionale delle donne
MANAGEMENT |

Strumenti di lavoro progettati per gli uomini e norme sociali ostacolano ancora il successo professionale delle donne

L'INTRODUZIONE DELLA ROBOTICA NELLA CHIRURGIA LAPAROSCOPICA HA MIGLIORATO IN MODO SENSIBILE LE PRESTAZIONI DELLE DONNE CHIRURGO E IL LORO BENESSERE, SECONDO UN LAVORO DI HARSH KETKAR PREMIATO DA AOM. LE DIFFERENZE DI STATUS TRA I SESSI, TUTTAVIA, LIMITANO ANCORA L'ACCESSO DELLE DONNE ALLE PIATTAFORME ROBOTICHE

È probabile che tutti noi sottovalutiamo le barriere fisiche a cui sono esposte le lavoratrici a causa della prevalenza di strumenti di lavoro progettati per gli uomini, ma le ricerche condotte finora hanno documentato questo effetto in vari settori. Nell'edilizia, ad esempio, dove la maggior parte degli strumenti è dimensionata per un uomo di statura media, i disturbi muscoloscheletrici sono comuni tra le lavoratrici donne. Nelle forze armate americane, i sistemi di armamento dovevano essere adatti a individui con dimensioni corporee comprese tra il 5° e il 95° percentile maschile, il che impediva a molte donne di pilotare gli aerei da combattimento.
 
Tuttavia, non è ancora stato documentato che cosa succede quando vengono introdotti strumenti più adattabili, che richiedono meno forza fisica per essere utilizzati.
 
In un articolo che ha vinto l'Organization and Management Theory Division (OMT) Responsible Research Award al 2022 Academy of Management Meeting di Seattle, Harsh Ketkar (del Dipartimento di Management e Tecnologia della Bocconi), Seth Carnahan (Washington University di St Louis) e Brad Greenwood (George Mason University) hanno osservato l'introduzione di strumenti robotici adattabili alla corporatura del chirurgo nella chirurgia laparoscopica e hanno concluso che ha migliorato moltissimo le prestazioni delle donne chirurgo e il loro benessere. Sebbene questi strumenti siano stati utili sia agli uomini che alle donne, sono le donne chirurgo ad averne tratto i maggiori benefici in termini di prestazioni e di benessere. Allo stesso tempo, però, le differenze di status tra i sessi limitano ancora l'accesso delle donne alle nuove piattaforme.

Infografica di Weiwei Chen

Nella chirurgia laparoscopica standard, il chirurgo opera stando in piedi su un tavolo rialzato e utilizzando una serie di strumenti non adattabili (ad esempio, pinze). Poiché i chirurghi laparoscopici sono per l'80% uomini, gli strumenti sono spesso realizzati e acquistati pensando a un utente maschio, con la conseguenza che il 21% delle donne chirurgo (contro solo il 3% degli uomini) necessita di trattamenti alla mano a causa dell'uso di strumenti non adatti.
 
Tuttavia, le piattaforme chirurgiche robotiche più adattabili (ad esempio, le suite chirurgiche da Vinci), che richiedono meno forza fisica per essere utilizzate, hanno iniziato a sostituire questi vecchi strumenti. Poiché queste piattaforme forniscono al chirurgo una postazione seduta e regolabile, da cui può utilizzare un braccio robotico, le donne chirurgo potrebbero trarre maggiori vantaggi dall'uso di questi strumenti rispetto ai colleghi maschi. Secondo indagini preliminari, i chirurghi riferiscono tassi di disagio inferiori, senza grandi differenze di genere, quando utilizzano la tecnica robotica.
 
Analizzando un insieme di dati della Florida di 637.783 ricoveri di pazienti dal 2009 al 2015, in cui l’intervento principale eseguito era di chirurgia laparoscopica (robotica e tradizionale), gli autori osservano che l'introduzione di piattaforme robotiche ha portato a un miglioramento delle prestazioni sia per gli uomini che per le donne. Il miglioramento, tuttavia, è stato circa doppio per le donne rispetto agli uomini.
 
Le prestazioni di un chirurgo sono state misurate in base alla durata della degenza del paziente in ospedale. Una degenza più breve suggerisce, infatti, che il paziente abbia avuto meno complicanze successive all'intervento.
 
Il miglioramento è stato determinato dalle donne chirurgo con un elevato carico di lavoro recente (perché più affaticate dall'uso intensivo di strumenti standard) e che lavorano in unità a prevalenza maschile (dove è ancora più probabile che gli strumenti standard siano adatti alle caratteristiche fisiche degli uomini).
 
Le donne chirurgo a cui è stato permesso di utilizzare strumenti robotici hanno anche registrato un turnover leggermente inferiore, dimostrando così il loro apprezzamento per le organizzazioni in cui si possono usare strumenti di lavoro adattabili.
 
Anche in questo caso, però, c'è un rovescio della medaglia. Nonostante queste evidenze, i risultati indicano che le donne chirurgo non hanno maggiori probabilità di usare le piattaforme chirurgiche robotiche rispetto agli uomini. “Alcune interviste suggeriscono che le differenze di status tra i generi, così come gli atteggiamenti e i pregiudizi preesistenti rispetto alla tecnologia e al genere, possono ancora costituire un ostacolo per l'accesso delle donne a questi strumenti e per l’accesso alla formazione per utilizzarli”, sostiene Ketkar.
 
Il Responsible Research Award viene assegnato a un lavoro “che offre conoscenze credibili e utili, potenzialmente in grado di far progredire le pratiche aziendali verso una società migliore”.
 
Ketkar, Harsh e Carnahan, Seth e Greenwood, Brad, “Do New Job Tools Improve Women’s Performance in Male-Dominated Fields? Evidence from Robotic Surgery” (March 28, 2022). Disponibile su SSRN: DOI: http://dx.doi.org/10.2139/ssrn.4072729 .
 

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Ecodesign alla prova dei fatti. Il Monitor for Circular Fashion testa la circolarita' del settore moda

    Nel report 2022 dell'osservatorio di SDA Bocconi School of Management e powered by Enel X l'analisi degli indicatori di sostenibilita' nel settore tessile e' applicata a otto prototipi innovativi realizzati dalle aziende partner  

  • Proteggere un Paese dai cyberattacchi… con un podcast

    Greta Nasi conduce una serie di incontri su come gli Stati moderni intendono proteggere le persone, le imprese e la societa' da un nemico invisibile  

Seminari

  Dicembre 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Seminari

  • Matthias Rodemeier, Bocconi University: Willingness to Pay for Carbon Mitigation: A Field Experiment in the Market for Carbon Offsets

    MATTHIAS RODEMEIER - Università Bocconi

    Sala seminari 2-e4-sr03 - Via Roentgen, 1

  • Circular Business Models: Product Design and Consumer Participation

    DANIEL HALBHEER - HEC Paris

    Meeting room 4-E4-SR03, Via Roentgen, 1, 4th floor