Combattere la resistenza ai farmaci con metodi computazionali
COMPUTING SCIENCES |

Combattere la resistenza ai farmaci con metodi computazionali

IL PROGETTO DI FRANCESCA BUFFA, FINANZIATO DALL'ERC, COMBINA NETWORK ANALYSIS, MODELLI BASATI SUGLI AGENTI E GENOMICA PER COMPRENDERE IL FUNZIONAMENTO DEL CANCRO, UNA MALATTIA MULTIFATTORIALE CHE SI EVOLVE IN UN AMBIENTE COMPLESSO

Quando Francesca Buffa (Dipartimento di Computing Sciences) è entrata in Bocconi, nel febbraio 2022, è arrivata a Milano con un progetto finanziato dall'ERC all’attivo:(MicroC - Agent-Based Modelling of Gene Networks to model clonal selection in the tumour microenvironment and predict therapeutic resistance.
 
L'obiettivo immediato di MicroC è sviluppare metodi computazionali che permettano di comprendere meglio, e auspicabilmente superare, la resistenza ai farmaci in un tumore particolarmente difficile, il tumore del seno triplo negativo. Lo scopo finale è quello di generalizzare l'approccio per svelare il comportamento e le interazioni cellulari in una varietà di ambienti e di malattie complesse, in cui cioè diversi tipi di cellule si scambiano segnali a vicenda, seguendo percorsi biologici diversi.
 
Francesca Buffa sta sviluppando nuovi metodi computazionali che coniugano la network analysis, i modelli basati sugli agenti e la genomica.
 

 
“In questa linea di ricerca,” spiega la professoressa, “consideriamo la cellula come una rete di geni e modelliamo il comportamento della cellula come il risultato delle interazioni (scambio di segnali) dei geni. Le cellule, a loro volta, interagiscono tra loro determinando la crescita del cancro, nel nostro caso, o qualsiasi altro risultato di interesse, in altre malattie o problemi biologici.”
 
Il progetto combina esperimenti di laboratorio, osservazione dei tessuti dei pazienti e addestramento di cellule virtuali in un modello di machine learning che simula il comportamento di geni e cellule.
 
“Adottiamo un processo iterativo,” spiega Buffa. “Osserviamo ciò che accade alle cellule in presenza di diverse perturbazioni e alimentiamo, con questi dati, il nostro modello finché non è in grado di prevedere l’effettivo comportamento delle cellule. Poi ripetiamo lo stesso processo con diverse perturbazioni e osserviamo se il modello si comporta correttamente. In caso contrario, gli forniamo nuovi dati e così via.”
 
A ogni iterazione, il modello migliora. L'obiettivo di questo addestramento è avere un modello che possa essere utilizzato per simulare un gran numero di ipotesi diverse sulla reazione delle cellule cancerose alle nuove terapie e prevedere le combinazioni ottimali di queste terapie.
 
I modelli basati su agenti sono già utilizzati in molti campi, comprese le simulazioni degli effetti di nuovi farmaci, ma MicroC fa un passo avanti, modellando la cellula come un meta-agente, cioè una rete di agenti, in questo caso di geni. “Tutto ciò permetterà di utilizzare in modo dinamico informazioni come quale gene attiva un altro gene. Possiamo definire il comportamento di una cellula come risultato degli stimoli prodotti dalla rete interna.”
 
Il prototipo finale di modello sarà specifico, descrivendo il comportamento di cellule cancerose ben definite, ma il metodo promette di essere trasferibile ad altri tipi di cancro, ad altre malattie e persino ad altri campi. “I prossimi passi,” conclude Buffa, “saranno il perfezionamento del processo di apprendimento di questi agenti computazionali, l'ottimizzazione dell'addestramento dei meta-agenti e l'identificazione di approcci capaci di affrontare il problema della grande capacità computazionale richiesta da questi metodi.”
 
La ricerca di francesca Buffa in Bocconi è sostenuta anche da Fondazione Cariplo nell'ambito del suo Bando ERC, che ha l'obiettivo di promuovere l'attrattività del sistema della ricerca in Lombardia. Il bando consente di reclutare studiosi vincitori di finanziamenti ERC provenienti da centri di ricerca stranieri e di consentire loro di trasferire il finanziamento in un'università lombarda. L'assunzione di Francesca Buffa è stata sostenuta, in particolare, dalla Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi, partner della Fondazione Cariplo e uno dei maggiori sostenitori della Bocconi.
 

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Perche' le aziende familiari sono piu' resilienti

    Alcune caratteristiche delle famiglie imprenditoriali amplificano le capacita' del top management team di assorbire e riprendersi dagli shock, secondo un'analisi di Bocconi, Unicredit e AIDAF  

  • Una mappa dell'attrattivita' degli investimenti nelle infrastrutture agroalimentari

    Uno studio a cura di Stefano Gatti, titolare della cattedra Antin Infrastructure Partners in Infrastructure Financing, traccia le tendenze di lungo periodo e mette a confronto le varie applicazioni in un settore sempre piu' importante  

Seminari

  Settembre 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Seminari

  • Enrico Diecidue: Timing and skewness of information revelation: evidence on information structures and compound lotteries

    ENRICO DIECIDUE - INSEAD

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)

  • Stefano Rossi, Bocconi University: The Coherence Side of Rationality: Rules of Thumb, Narrow Bracketing, and Managerial Incoherence in Corporate Forecasts

    STEFANO ROSSI - Università Bocconi

    Sala seminari 2-e4-sr03 - Via Roentgen, 1