Alla Bocconi quasi 6 milioni di finanziamento alla ricerca dall'Europa

Alla Bocconi quasi 6 milioni di finanziamento alla ricerca dall'Europa

QUATTRO STUDIOSI DI SOCIOLOGIA, STATISTICA, FINANZA E MATEMATICA SI AGGIUDICANO ALTRETTANTI STARTING GRANT DALL'EUROPEAN RESEARCH COUNCIL. E' IL RISULTATO DEGLI INVESTIMENTI DEGLI ANNI SCORSI SUI GIOVANI PIU' PROMETTENTI, AFFERMA IL RETTORE FRANCESCO BILLARI

La qualità dei progetti proposti dai suoi giovani studiosi garantisce alla Bocconi ulteriori finanziamenti europei alla ricerca per un valore di circa €5.9mln. Vanno infatti a Nicoletta Balbo, Antonio De Rosa, Florian Nagler e Giacomo Zanella quattro degli Starting Grant annunciati oggi dall’European Research Council (ERC).
 
L’ERC intende incoraggiare la ricerca di più alta qualità attraverso il finanziamento competitivo e sostenere la ricerca indipendente di frontiera in ogni campo, sulla base dell’eccellenza scientifica. Dal 2008, quando l’ERC ha cominciato a elargire i finanziamenti, i suoi bandi sono diventati il punto di riferimento e la pietra di paragone per le università europee capaci di proiezione scientifica internazionale.
 
“Il finanziamento a progetti così diversi tra di loro, in sociologia, finanza, statistica e matematica dimostra la capacità della Bocconi di eccellere in uno spettro sempre più ampio di discipline alla frontiera delle scienze sociali,” afferma il rettore dell’Università, Francesco Billari. “È il risultato degli investimenti che facciamo da anni sui giovani studiosi più promettenti, che hanno il coraggio di spendersi nei progetti di ricerca innovativi e ambiziosi che l’European Research Council richiede.”
 
Gli ERC Starting Grant sono riservati a ricercatori con 2-7 anni di esperienza dal completamento del PhD, un track record scientifico molto promettente e un'eccellente proposta di ricerca. Per i ricercatori nelle fasi successive della carriera, l’ERC fornisce Consolidator Grant e Advanced Grant.
 
Con gli ultimi quattro finanziamenti, gli ERC Grant vinti dalla Bocconi diventano 51 – 23 dei quali ancora attivi e 28 giunti al termine, con una fondamentale eredità di conoscenze e pubblicazioni scientifiche.
 
“Il successo della Bocconi nell’aggiudicarsi finanziamenti competitivi è un importante riconoscimento della qualità della ricerca della nostra Università,” afferma Elena Carletti, prorettrice alla Ricerca della Bocconi. “L’esito di oggi consolida la nostra posizione tra le università europee con più ERC Grant nelle nostre discipline ed è il nostro risultato migliore in un bando per Starting Grant. Il fatto che siano i ricercatori più giovani ad avere ottenuto una simile affermazione è una bellissima indicazione per il futuro.”
 
Gli Starting Grant annunciati oggi sono 408, per un totale di €636mln. Alle istituzioni italiane ne sono andati 27 (sesto paese per numero di finanziamenti ricevuti), 11 dei quali a università di Milano. Nella classifica per nazionalità, gli studiosi italiani sono invece secondi, dietro i tedeschi.
 
Il progetto di Nicoletta Balbo intende fare luce sugli effetti prodotti dalla disabilità di un bambino sui membri della famiglia, vale a dire genitori, fratelli e nonni. I dati preliminari sembrano indicare che il confronto con la disabilità di un bambino può influenzare in modo sostanziale il benessere dei membri della famiglia, condizionando le loro traiettorie sociali, demografiche ed economiche.
 
Florian Nagler analizzerà il funzionamento dei mercati finanziari over-the-counter, in cui non esiste un mercato centralizzato, gli investitori devono cercare controparti disposte a negoziare e la liquidità è molto limitata. Contrariamente a quanto si pensa, il 90% delle attività finanziarie viene scambiata non sulle borse, ma su mercati over-the-counter.
 
Il progetto di Giacomo Zanella si propone di comprendere meglio e aiutare a sviluppare algoritmi computazionali efficienti. Gli algoritmi computazionali sono semplificazioni sempre più utilizzate in statistica per calcolare i risultati di modelli probabilistici su larga scala. Potendo avere milioni di parametri e miliardi di osservazioni, tali modelli sfidano infatti la potenza di calcolo di ogni computer esistente o immaginabile.
 
Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine di una famiglia e una sedia a rotelle rimanda all'articolo intitolato: L'impatto dei figli disabili sulle famiglie Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine di computer e grafici rimanda all'articolo intitolato: Il funzionamento nascosto dei mercati OTC Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine di elementi che richiamano i dati e la scienza computazionale rimanda all'articolo intitolato: La scienza dei dati su larghissima scala: un'arte trasformata in scienza

Antonio De Rosa, con il suo progetto, affronta il campo dei problemi geometrici variazionali anisotropi, che ha importanti applicazioni, tra l'altro, nello studio delle strutture dei cristalli e dei campi gravitazionali. L’anisotropia è la proprietà per cui alcune caratteristiche di un oggetto assumono valori diversi a seconda della direzione lungo la quale vengono misurate.

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • I fornitori di cure a lungo termine per gli anziani devono evolversi

    Presentato il 6 Rapporto Osservatorio Long Term Care promosso dal Cergas con Essity  

  • Postdoc Bocconi invitato a una conferenza di alto profilo

    Gianluigi Riva fara' parte di un gruppo di giovani scienziati che parteciperanno nel corso dell'anno a un incontro con alcuni premi Nobel  

Seminari

  Aprile 2024  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Seminari

  • Steven Callander: Experts & Experiments

    STEVEN CALLANDER - Stanford GSB

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)

  • Actionable and Responsible AI in Medicine

    PIETRO LIO' - Univeersity of Cambridge

    Room AS03