Perche' gli investitori hanno la responsabilita' di cambiare il mondo
PERSONE |

Perche' gli investitori hanno la responsabilita' di cambiare il mondo

MARTEDI' 10 MAGGIO STEFANO CASELLI METTERA' IL TEMA DEI VALORI CHE GENERANO VALORE AL CENTRO DELLA LECTIO INAUGURALIS DELL'ENDOWED ALGEBRIS CHAIR IN LONGTERM INVESTMENT AND ABSOLUTE RETURN

Con i livelli di liquidità raggiunti negli ultimi mesi, le decisioni di investimento degli intermediari finanziari, dei fondi e dei singoli risparmiatori “possono influire sul destino del mondo,” dice Stefano Caselli anticipando la Lectio Inauguralis dell’Endowed Algebris Chair in Long-Term Investment and Absolute Return, che si terrà domani in Università. Consulta la pagina del programma.
 
La Chair, lanciata nel 2019 come cattedra a termine, oggi diventa una cattedra endowed, ovvero permanente e sostenuta con una importante donazione da parte di Algebris Investments, società indipendente di gestione del risparmio globale fondata dall’alumnus Bocconi Davide Serra.
 
Secondo alcune stime, la liquidità disponibile nel mondo raggiunge i 190mila miliardi di dollari, 1,5-2mila dei quali nelle mani delle famiglie italiane. “Se utilizzato responsabilmente, questo denaro può promuovere la crescita del PIL e dell’occupazione,” afferma Caselli “e può contribuire a ridurre le tante diseguaglianze che esistono su scala mondiale. In altri termini, i valori possono generare valore.”
 
“La responsabilità di essere investitore,” prosegue il titolare dell’Endowed Algebris Chair in Long-Term Investment and Absolute Return, “è stata inoltre amplificata dalle recenti discontinuità rappresentate dalla pandemia e dalla guerra in Ucraina, che impattano su un bene primario come la salute e uno non solo primario, ma dato quasi per scontato per 75 anni in Occidente, come la pace.”
 
Caselli individua tre importanti direzioni che, se seguite, potrebbero contribuire a un utilizzo responsabile del potere nelle mani degli investitori. Si tratta della crescente attenzione per la prospettiva di lungo termine degli investimenti, legati ai fondamentali delle imprese e ai progetti sottostanti; la consapevolezza della necessità di capitalizzazione delle imprese, per collegare l’investimento all’economia reale; la crescita della finanza sostenibile (ESG – Environment, Social and Governance).
 
Tra i segnali positivi, Caselli annovera il fatto che il 28% degli asset finanziari possa già essere definito long-term e che l’attesa sia di superare il 35% entro il 2030; che l’industria del venture capital e del private equity stia raggiungendo la soglia dei 3mila miliardi di dollari; che il 16% del mercato obbligazionario mondiale e ben 7.486 fondi siano ormai ESG-compliant. Tuttavia, permangono motivi di incertezza, tra cui la moltiplicazione di standard nel mondo ESG (al 2020, si contavano 40 tipi di rating, 150 ranking e 450 indici).
 
“L’industria finanziaria, i policy maker e la formazione sono i facilitatori che devono guidare questo passaggio,” dice Caselli. “Da parte sua la Chair, che da cattedra a termine diventa permanente, si propone di disseminare la conoscenza su questi temi e di formare nuove generazioni di investitori e gestori consapevoli.” Da questo ultimo punto di vista, l’iniziativa simbolo è un training camp annuale, della durata di una settimana, durante il quale gli studenti possono confrontarsi con problemi reali e i migliori investitori in tutte le asset class long-term. “Quando abbiamo lanciato l’iniziativa, tre anni fa, dissi che si trattava di una full-immersion dalla metodologia interattiva, capace di caratterizzare con forza il CV di uno studente,” afferma Caselli. “Oggi, dopo tre edizioni frequentate da 121 studenti, che abbiamo seguito anche dopo il completamento del camp, posso confermarlo.”
 
“Le scelte di investimento sono una delle decisioni più importanti che prendiamo nella vita: decidiamo infatti come allocare capitale per costruire il nostro futuro,” afferma Davide Serra. “Decidere in quali Paesi farlo, in quali aziende, in quali stati, e l’inevitabile interazione tra questi attori, dà forma al futuro e al ritorno per chi investe. Per questo riteniamo cruciale un’iniziativa che aiuti concretamente a formare giovani studenti e creare gli investitori del domani.”
 
L’attenzione allo sviluppo di una nuova generazione di gestori consapevoli è il motivo per cui la Lectio Inauguralis di Caselli sarà seguita da una tavola rotonda, i cui protagonisti, insieme a Serra e Caselli, sono proprio giovani fund manager.

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Perche' le aziende familiari sono piu' resilienti

    Alcune caratteristiche delle famiglie imprenditoriali amplificano le capacita' del top management team di assorbire e riprendersi dagli shock, secondo un'analisi di Bocconi, Unicredit e AIDAF  

  • Una mappa dell'attrattivita' degli investimenti nelle infrastrutture agroalimentari

    Uno studio a cura di Stefano Gatti, titolare della cattedra Antin Infrastructure Partners in Infrastructure Financing, traccia le tendenze di lungo periodo e mette a confronto le varie applicazioni in un settore sempre piu' importante  

Seminari

  Settembre 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

Seminari

  • Enrico Diecidue: Timing and skewness of information revelation: evidence on information structures and compound lotteries

    ENRICO DIECIDUE - INSEAD

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)

  • Stefano Rossi, Bocconi University: The Coherence Side of Rationality: Rules of Thumb, Narrow Bracketing, and Managerial Incoherence in Corporate Forecasts

    STEFANO ROSSI - Università Bocconi

    Sala seminari 2-e4-sr03 - Via Roentgen, 1