Perche' preoccuparsi del cambiamento climatico anche se non causera' la nostra estinzione
ECONOMIA |

Perche' preoccuparsi del cambiamento climatico anche se non causera' la nostra estinzione

QUESTA VOLTA E' MOLTO PIU' VELOCE CHE IN PASSATO, E' CAUSATO DALL'UOMO E MINACCIA IL BENESSERE DI MILIARDI DI PERSONE, SPIEGA VALENTINA BOSETTI NELL'ULTIMO EPISODIO DI CLARITY IN A MESSY WORLD

Se gli esseri umani sono ancora in giro nonostante le pestilenze, le inondazioni, le ere glaciali e le carestie, significa che sono resilienti. Questa volta, con il cambiamento climatico, però, è diverso, spiega Valentina Bosetti nell'ultimo episodio della serie di podcast Clarity in a Messy World.
 
“Questa volta”, dice, “è molto più veloce, non è naturale ma causato dagli umani, e infine, l'estinzione non è il problema: il punto è che, al nostro stadio di sviluppo, miliardi di persone dovrebbero prosperare - non sopravvivere e soffrire, e il cambiamento climatico minaccia il benessere di tutti”.
 

 
Bosetti, professoressa ordinaria di Economia dei cambiamenti climatici alla Bocconi, chiarisce il ruolo dell’economia nello sforzo multidisciplinare e internazionale per frenare i cambiamenti climatici. “Insegno l'analisi costi-benefici nei miei corsi”, dice, “e, poi, avverto i miei studenti di non usarla coi cambiamenti climatici. I costi del cambiamento climatico potrebbero essere così enormi - e comunque sono così difficili da misurare, che l'esercizio è vano. Gli economisti del cambiamento climatico hanno deciso, invece, di accettare l'obiettivo che altri scienziati hanno fissato, i famosi due gradi sopra la media preindustriale, e di sviluppare strategie per raggiungere tale obiettivo al costo minimo”.
 
Bosetti conclude valutando l'impatto del movimento Fridays for Future. “Se si guarda all'effetto sull'attenzione dei media, come abbiamo fatto in alcune ricerche, si osserva che è di breve durata, solo qualche giorno, ma ci sono ondate più durature, incarnate dal crescente numero di studenti che vogliono studiare il cambiamento climatico e l'economia del cambiamento climatico.”
 
Clarity in a Messy World, condotto da David W. Callahan, è il podcast della Bocconi che va a fondo delle le questioni più controverse e impattanti del nostro tempo. Potete seguire il podcast su Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify, Spreaker e YouTube.
 

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Perche' le aziende familiari sono piu' resilienti

    Alcune caratteristiche delle famiglie imprenditoriali amplificano le capacita' del top management team di assorbire e riprendersi dagli shock, secondo un'analisi di Bocconi, Unicredit e AIDAF  

  • Una mappa dell'attrattivita' degli investimenti nelle infrastrutture agroalimentari

    Uno studio a cura di Stefano Gatti, titolare della cattedra Antin Infrastructure Partners in Infrastructure Financing, traccia le tendenze di lungo periodo e mette a confronto le varie applicazioni in un settore sempre piu' importante  

Seminari

  Luglio 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Seminari

  • Enrico Diecidue: Timing and skewness of information revelation: evidence on information structures and compound lotteries

    ENRICO DIECIDUE - INSEAD

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)

  • Stefano Rossi, Bocconi University: The Coherence Side of Rationality: Rules of Thumb, Narrow Bracketing, and Managerial Incoherence in Corporate Forecasts

    STEFANO ROSSI - Università Bocconi

    Sala seminari 2-e4-sr03 - Via Roentgen, 1