Il rischio di liquidita' riduce il credito a lungo termine e ostacola gli investimenti
FINANZA |

Il rischio di liquidita' riduce il credito a lungo termine e ostacola gli investimenti

OGNI RAMADAN, LE BANCHE PAKISTANE SONO SOGGETTE A VIOLENTI CICLI DI PRELIEVO E RIDEPOSITO A CAUSA DEL MODO IN CUI VIENE CALCOLATA UN'IMPOSTA. NICOLA LIMODIO NE OSSERVA LE CONSEGUENZE SULL'OFFERTA DI CREDITO

Nei paesi a basso reddito, le banche siano i principali motori del credito a lungo termine ma sono anche responsabili della sua scarsità. Nicola Limodio della Bocconi e il suo co-autore Ali Choudhary, in un paper pubblicato online in anteprima dalla Review of Economic Studies, hanno dimostrato che ciò è in parte dovuto al rischio di liquidità e che, inoltre, questo fenomeno limita gli investimenti sia a lungo che a breve termine.
 
Per dimostrare che il rischio di liquidità influisce sull'offerta di finanziamenti a lungo termine di una banca ma non sulla domanda di finanziamenti a lungo termine delle imprese, gli autori fanno leva su una legge pakistana applicata ai pakistani sunniti: la Zakat.
 
Secondo questa legge, ogni Ramadan il governo pakistano raccoglie un'imposta conforme alla Sharia, pari al 2,5% sui depositi bancari che superano una specifica soglia. È importante notare che questa soglia non è fissa, ma è determinata dal valore monetario corrente di 612,32 grammi d'argento. Il valore non è in nessun modo collegato alla domanda di finanziamento a lungo termine delle imprese, ma il prezzo e la volatilità dell'argento hanno un impatto sul rischio di liquidità attraverso un fenomeno diffuso di “prelievo e rideposito”. Gli individui evitano la tassa prelevando temporaneamente il denaro fino a quando non è appena sotto la soglia. Perciò, quando i prezzi dell'argento sono bassi molti individui rischiano di finire al di sopra della soglia e ci si può aspettare maggiori prelievi. E poiché la soglia viene annunciata solo poche ore prima del pagamento della Zakat, prezzi dell'argento più volatili aumentano anche le fluttuazioni dei depositi.


 
In effetti, gli autori osservano che le filiali bancarie nelle città a maggioranza sunnita mostrano un calo medio del 5% nei depositi durante il Ramadan rispetto alle filiali di altre città. Notano, inoltre, che le banche esposte a maggiori volumi di prelievi legati alla Zakat offrono prestiti con una durata più breve (tra il 6% e il 7%) e che questi prestiti sono offerti a tassi più bassi (0,18-0,22 punti). Inoltre, il loro importo medio è più basso di circa il 14%.
 
Per testare se questa riallocazione del credito verso il breve termine si traduca in investimenti più bassi, gli autori creano un database delle importazioni di beni capitali e non capitali delle aziende, abbinate alla banca che ha offerto il credito commerciale per finanziare le importazioni. Usando l'importazione di beni capitali come proxy dell'investimento a lungo termine e quelle di beni non capitali come proxy dell'investimento a breve termine, gli autori osservano che una diminuzione dei finanziamenti a lungo termine costringe le imprese a ridurre le loro importazioni di beni capitali del 27% - 30% e le importazioni di beni non capitali del 6% - 8%.
 
I loro risultati sono particolarmente utili per valutare le politiche che incoraggiano l'afflusso di depositi bancari e offrono evidenza utile a guidare il processo decisionale di fronte ai trade-off del rischio di liquidità. I risultati suggeriscono anche la necessità di migliori mercati interbancari e di strumenti in mano alle banche centrali che possano attenuare gli impatti del rischio di liquidità, permettendo alle banche di limitare gli shock e le incertezze dei loro depositi.
 
M Ali Choudhary, Nicola Limodio. “Liquidity Risk and Long-Term Finance: Evidence from a Natural Experiment.” The Review of Economic Studies, rdab065, DOI: https://doi.org/10.1093/restud/rdab065
 

di Sahana Subramanyam
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • L'innovazione e' nel DNA di ICRIOS

    ICRIOS, centro di ricerca, guidato da Stefano Breschi si conferma leader sui temi della tecnologia e dello sviluppo. E fa il pieno di riconoscimenti europei, compreso un ERC Advanced Grant  

  • Una chiamata alla partecipazione politica femminile

    Le donne africane tendono ad avere atteggiamenti piu' positivi verso la partecipazione femminile alla politica se possiedono un telefono cellulare, mentre la resistenza degli uomini e' piu' difficile da superare, secondo uno studio di Carlotta Varriale et al.  

Seminari

  Gennaio 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Seminari

  • Trading Non-Tradables: The Implications of Europe's Job Posting Policy

    Mathilde Muñoz (Paris School of Economics)    

    Webinar

  • Do Health Risks Shape Firm Boundaries

    Adrian Lam, Imperial College Business School Job Market Paper

    Webinar