Computing Sciences: le scienze dure che abbattono ogni barriera disciplinare
COMPUTING SCIENCES |

Computing Sciences: le scienze dure che abbattono ogni barriera disciplinare

ALLA BOCCONI E' NATO UN DIPARTIMENTO CHE SI OCCUPA DI DISCIPLINE STEM CON SPIRITO MULTIDISCIPLINARE, PER DIALOGARE ANCHE CON LE SCIENZE SOCIALI E L'ECONOMIA. INTELLIGENZA ARTIFICIALE E MACHINE LEARNING PER UNA RICERCA INNOVATIVA

Con il nuovo Dipartimento di Computing Sciences, le scienze dure, e in particolare le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) approdano in Bocconi, “seguendo un processo che segna l’abbattimento di molte barriere,” afferma il direttore del Dipartimento, Riccardo Zecchina.
 
La prima barriera è quella che crea steccati tra le diverse discipline. “Informatica teorica ed applicata, fisica e matematica, scienze computazionali per la biologia, per le neuroscienze e per le scienze sociali, si sono sviluppate in tempi diversi e, nelle grandi università di tutto il mondo, hanno finito per dare vita a dipartimenti distinti,” spiega Zecchina, “ma sono mondi che dialogano sempre di più tra loro. È la scienza stessa che sta abbattendo queste barriere e noi, costituendoci nel 2022, ne abbiamo preso atto, creando un dipartimento unico, che vuole creare le precondizioni per sviluppare ricerca innovativa in molti campi.”
 
 Immagine con link a podcast e video su temi simili. L'immagine della copertina del podcast Think Diverse e le foto dei professori Luca Trevisan e Catherine De Vries rimanda al podcast intitolato: The Opinionated Machine Immagine con link a podcast e video su temi simili. L'immagine della copertina del podcast Clarity in a Messy World rimanda al podcast intitolato: The Potential Pitfalls of Algorithms Immagine con podcast e video ad articoli su temi simili. L'immagine di un ragazzo che gesticola rimanda al video intitolato: Making AI Linguistically More Intelligent

Tra i campi che sempre più spesso utilizzano metodologie legate alle scienze della computazione e alla modellizzazione (la seconda barriera che viene abbattuta) ci sono anche le scienze sociali e, soprattutto, l’economia. “Penso che questo processo sia solo all’inizio e che sia, anzi, destinato ad accelerare. È per questo che dico che il nostro progetto non fotografa la realtà attuale, ma scommette sulla sua evoluzione a 10 anni,” afferma Zecchina.

Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine che raffigura i colori dell'arcobaleno rimanda all'articolo intitolato: Le discipline STEM combattono la discriminazione algoritmica
 
Afferiscono al Dipartimento, limitandoci alle figure con maggiore seniority, fisici teorici come lo stesso Zecchina e Marc Mezard, informatici teorici (Luca Trevisan), biologi computazionali (Francesca Buffa), crittografi (Alon Rosen) e linguisti computazionali (Dirk Hovy) ed esperti di ottimizzazione (Laura Sanità, in arrivo a settembre).
 
Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine della Professoressa Francesca Buffa rimanda all'articolo intitolato: Le scienze computazionali a supporto della ricerca oncologica

“Il loro denominatore comune,” spiega Zecchina, “è lo studio dei problemi più impegnativi e fondamentali nel campo del calcolo e dell'informazione e degli aspetti computazionali e di modellizzazione nelle scienze sociali, matematiche, fisiche e della vita. La ricerca nel campo dell’intelligenza artificiale e del machine learning ci fa immaginare sviluppi affascinanti. Uno per tutti: l’approdo alle scienze cognitive anche (ma non solo, naturalmente) attraverso le neuroscienze computazionali e l’apprendimento automatico. Significa capire cosa hanno in comune i circuiti neurali e i sistemi di intelligenza artificiale che sono in rapidissima evoluzione e che possono essere simulati con grande efficienza. Inoltre, poiché l’economia si occupa di modellizzare i comportamenti umani, mi immagino che il contributo sarà a due vie: l’economia contribuirà fortemente allo sviluppo dell’intelligenza artificiale.”

Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine di lucchetti e codici rimanda all'articolo intitolato: Come rifornire il serbatoio della crittografia

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Ecodesign alla prova dei fatti. Il Monitor for Circular Fashion testa la circolarita' del settore moda

    Nel report 2022 dell'osservatorio di SDA Bocconi School of Management e powered by Enel X l'analisi degli indicatori di sostenibilita' nel settore tessile e' applicata a otto prototipi innovativi realizzati dalle aziende partner  

  • Proteggere un Paese dai cyberattacchi… con un podcast

    Greta Nasi conduce una serie di incontri su come gli Stati moderni intendono proteggere le persone, le imprese e la societa' da un nemico invisibile  

Seminari

  Dicembre 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Seminari

  • Matthias Rodemeier, Bocconi University: Willingness to Pay for Carbon Mitigation: A Field Experiment in the Market for Carbon Offsets

    MATTHIAS RODEMEIER - Università Bocconi

    Sala seminari 2-e4-sr03 - Via Roentgen, 1

  • Circular Business Models: Product Design and Consumer Participation

    DANIEL HALBHEER - HEC Paris

    Meeting room 4-E4-SR03, Via Roentgen, 1, 4th floor