Computing Sciences: le scienze dure che abbattono ogni barriera disciplinare
COMPUTING SCIENCES |

Computing Sciences: le scienze dure che abbattono ogni barriera disciplinare

ALLA BOCCONI E' NATO UN DIPARTIMENTO CHE SI OCCUPA DI DISCIPLINE STEM CON SPIRITO MULTIDISCIPLINARE, PER DIALOGARE ANCHE CON LE SCIENZE SOCIALI E L'ECONOMIA. INTELLIGENZA ARTIFICIALE E MACHINE LEARNING PER UNA RICERCA INNOVATIVA

Con il nuovo Dipartimento di Computing Sciences, le scienze dure, e in particolare le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) approdano in Bocconi, “seguendo un processo che segna l’abbattimento di molte barriere,” afferma il direttore del Dipartimento, Riccardo Zecchina.
 
La prima barriera è quella che crea steccati tra le diverse discipline. “Informatica teorica ed applicata, fisica e matematica, scienze computazionali per la biologia, per le neuroscienze e per le scienze sociali, si sono sviluppate in tempi diversi e, nelle grandi università di tutto il mondo, hanno finito per dare vita a dipartimenti distinti,” spiega Zecchina, “ma sono mondi che dialogano sempre di più tra loro. È la scienza stessa che sta abbattendo queste barriere e noi, costituendoci nel 2022, ne abbiamo preso atto, creando un dipartimento unico, che vuole creare le precondizioni per sviluppare ricerca innovativa in molti campi.”
 
 Immagine con link a podcast e video su temi simili. L'immagine della copertina del podcast Think Diverse e le foto dei professori Luca Trevisan e Catherine De Vries rimanda al podcast intitolato: The Opinionated Machine Immagine con link a podcast e video su temi simili. L'immagine della copertina del podcast Clarity in a Messy World rimanda al podcast intitolato: The Potential Pitfalls of Algorithms Immagine con podcast e video ad articoli su temi simili. L'immagine di un ragazzo che gesticola rimanda al video intitolato: Making AI Linguistically More Intelligent

Tra i campi che sempre più spesso utilizzano metodologie legate alle scienze della computazione e alla modellizzazione (la seconda barriera che viene abbattuta) ci sono anche le scienze sociali e, soprattutto, l’economia. “Penso che questo processo sia solo all’inizio e che sia, anzi, destinato ad accelerare. È per questo che dico che il nostro progetto non fotografa la realtà attuale, ma scommette sulla sua evoluzione a 10 anni,” afferma Zecchina.

Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine che raffigura i colori dell'arcobaleno rimanda all'articolo intitolato: Le discipline STEM combattono la discriminazione algoritmica
 
Afferiscono al Dipartimento, limitandoci alle figure con maggiore seniority, fisici teorici come lo stesso Zecchina e Marc Mezard, informatici teorici (Luca Trevisan), biologi computazionali (Francesca Buffa), crittografi (Alon Rosen) e linguisti computazionali (Dirk Hovy) ed esperti di ottimizzazione (Laura Sanità, in arrivo a settembre).
 
Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine della Professoressa Francesca Buffa rimanda all'articolo intitolato: Le scienze computazionali a supporto della ricerca oncologica

“Il loro denominatore comune,” spiega Zecchina, “è lo studio dei problemi più impegnativi e fondamentali nel campo del calcolo e dell'informazione e degli aspetti computazionali e di modellizzazione nelle scienze sociali, matematiche, fisiche e della vita. La ricerca nel campo dell’intelligenza artificiale e del machine learning ci fa immaginare sviluppi affascinanti. Uno per tutti: l’approdo alle scienze cognitive anche (ma non solo, naturalmente) attraverso le neuroscienze computazionali e l’apprendimento automatico. Significa capire cosa hanno in comune i circuiti neurali e i sistemi di intelligenza artificiale che sono in rapidissima evoluzione e che possono essere simulati con grande efficienza. Inoltre, poiché l’economia si occupa di modellizzare i comportamenti umani, mi immagino che il contributo sarà a due vie: l’economia contribuirà fortemente allo sviluppo dell’intelligenza artificiale.”

Immagine con link ad articoli su temi simili. L'immagine di lucchetti e codici rimanda all'articolo intitolato: Come rifornire il serbatoio della crittografia

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • I ricchi, dei tra gli uomini

    Disponibile anche in Europa il libro di Guido Alfani sulla storia della ricchezza  

  • La stella che fa funzionare meglio gli algoritmi

    Un nuovo articolo affronta il tema della forma dello spazio delle soluzioni, un balzo in avanti nella comprensione di come si possono progettare algoritmi veloci e accurati  

Seminari

  Marzo 2024  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Seminari

  • El Hadi Caoui - Network Diversity, Market Entry, and the Global Internet Backbone

    EL HADI CAOUI - Rotman School of Management

    Alberto Alesina Seminar Room 5.e4.sr04, floor 5, Via Roentgen 1

  • Alex Frankel: Comparisons of Signals

    ALEX FRANKEL - Chicago Booth

    Room 3-E4-SR03 (Rontgen)