La via (costituzionale) alla democrazia illiberale
DIRITTO |

La via (costituzionale) alla democrazia illiberale

IN MOLTE PARTI DEL MONDO E' IN ATTO UNA REGRESSIONE DEMOCRATICA CHE TENDE A SOFFOCARE I DIRITTI. JUSTIN FROSINI NE PARLA IN UNO STUDIO SUI PAESI DELL'ASIA CENTRALE

È possibile parlare di democrazia illiberale o è una contraddizione in termini? È la domanda che si sono posti ricercatori di tutto il mondo specializzati in diritto costituzionale comparato e riuniti nel gruppo di ricerca su Costituzionalismo nelle democrazie illiberali avviato dalla Iacl, International association of constitutional law. «L’ondata di democratizzazione che sembrava inarrestabile si è infranta», spiega Justin Frosini, professore associato di diritto pubblico comparato della Bocconi e membro del gruppo di ricerca dell’Iacl. «Esaurito l’entusiasmo di quindici anni fa, quando sembrava che la liberal-democrazia stesse per conquistare il mondo e si fosse arrivati alla fine della storia, per usare le parole di Francis Fukuyama, si è cominciato a parlare di regressione democratica. Paesi considerati democrazie consolidate sono entrati in crisi. Il premier ungherese Viktor Orbán ha affermato esplicitamente di volere trasformare il paese in una democrazia illiberale». Revisioni costituzionali perfettamente legali dal punto di vista formale e procedurale trasformano democrazie pluraliste in democrazie illiberali che non proteggono, ma soffocano i diritti politici e civili. Accade in tutto il mondo e perciò il progetto dell’Iacl è diviso in gruppi di lavoro per aree geografiche e tematiche.

Ha debuttato nell’aprile 2016 con un workshop in Bocconi su Constitutionalism in Illiberal Democracies e si è sviluppato attraverso eventi in vari atenei e articoli su riviste specializzate. La pubblicazione più recente è un’edizione speciale di Central Asia Survey su Pseudo-Constitutionalism in Central Asia: Curse or Cure?. Frosini vi ha contribuito con uno studio dei preamboli delle costituzioni dei paesi dell’Asia centrale. «Esprimono i principi tipici del costituzionalismo liberal-democratico, ma di fatto gli organi fondamentali per il bilanciamento dei poteri non svolgono la funzione loro assegnata. Siamo di fronte a una forma di pseudo-costituzionalismo. La Costituzione è usata come facciata».

Per approfondire
La democrazia  tra rappresentanza e... like
La relazione tra antiterrorismo e campagna elettorale
Italia, Germania e Giappone: tre esempi per superare il totalitarismo
La sottile linea che separa pluralismo e populismo
Modificare il modello per rispondere ai cittadini
La democrazia a due livelli di imprese e startup innovative
L'anti terrorismo che mette a rischio i valori di tutti

 
 

di Claudio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Un nuovo episodio del podcast Bocconi sulla cybersecurity

    Si parla del significato di cyberwar e di quali minacce corrono le diverse regioni del mondo  

  • Economia di guerra in Ucraina

    L'IGIER visiting student Daniel Nicolae Paraschiv racconta un seminario con Tymofiy Mylovanov, Yuriy Gorodnichenko, Pierre Olivier Gourinchas e Tito Boeri  

Seminari

  Febbraio 2023  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          

Seminari

  • MOLTE RIFORME PER NULLA? TRA STORIA RECENTE E PNRR
    Business law

    MARCO VENTORUZZO - Università Bocconi
    PIERGAETANO MARCHETTI - Università Bocconi
    STEFANIA BARIATTI - Universita' degli Studi di Milano
    RENATO LOIERO - Consigliere economico del Presidente del Consiglio dei Ministri
    MARCO LEONARDI - Universita' degli Studi di Milano

    Room 13 Via Sarfatti, 25

  • Martino Banchio: Adaptive Algorithms and Collusion via Coupling

    MARTINO BANCHIO - Stanford

    Alberto Alesina Seminar Room 5.e4.sr04, floor 5, Via Roentgen 1