Un ponte grazie al quale la teoria delle decisioni incontra l'analisi del rischio

Un ponte grazie al quale la teoria delle decisioni incontra l'analisi del rischio

UN ARTICOLO DI BORGONOVO, CAPPELLI, MACCHERONI E MARINACCI STABILISCE UN COLLEGAMENTO TRA ANALISI DEL RISCHIO E TEORIA DELLE DECISIONI

La mattina del 28 gennaio 1986 lo Space Shuttle Challenger si disintegrò 73 secondi dopo il decollo dal Kennedy Space Center, in Florida. Uno degli esperti chiamati a contribuire al rapporto sull’incidente era B. John Garrick. Le sue raccomandazioni influenzarono la decisione della Nasa di adottare un approccio più consapevole all’analisi del rischio. Cinque anni prima, Garrick e un altro studioso americano di nome Stanley Kaplan avevano posto le fondamenta della metodologia di analisi del rischio partendo dal campo del nucleare civile. Il loro articolo On the Quantitative Definition of Risk, apparso sul numero inaugurale della rivista Risk Analysis, è una pietra miliare del risk informed decision making.
Secondo Kaplan e Garrick, l’analisi del rischio deve rispondere a tre domande fondamentali: che cosa può accadere? Qual è la probabilità che accada? E se accade, quali saranno le conseguenze? Nel recente Risk Analysis and Decision Theory: a Bridge, Emanuele Borgonovo, Veronica Cappelli, Fabio Maccheroni e Massimo Marinacci stabiliscono per la prima volta un collegamento formale fra questo tipo di analisi e la teoria delle decisioni, ovvero lo studio sistematico dei processi decisionali in cui la scelta può essere caratterizzata da informazioni incomplete. “L’analisi dei rischi serve per capire che cosa accadrà in futuro e che cosa si può fare oggi per attenuare i rischi.

L’analisi delle decisioni serve invece a scegliere fra diverse opzioni”, spiega Emanuele Borgonovo. “Fino ad oggi erano discipline parallele. Noi dimostriamo che per ogni analisi del rischio esiste un corrispondente modello di teoria delle decisioni. Così facendo, forniamo all’analisi del rischio l’accesso agli strumenti della teoria delle decisioni e ampliamo la portata di quest’ultima, offrendole nuovi stimoli”.
Le applicazioni possono essere molteplici. “Ogni decisore che vuole risolvere un problema complesso, che si tratti della ristrutturazione di un impianto chimico, della programmazione di missioni spaziali o della protezione da attacchi informatici, può utilizzare questa metodologia congiunta per attenuare i rischi e individuare le opzioni ottimali di gestione dei rischi”.

Per approfondire
Capire il rischio in azienda e nelle nostre vite
La governance aziendale non è a prova di cigno nero
I guai veri cominciano quando pensiamo di essere in grado di calcolare ogni cosa
Di fronte all'ambiguità il policy maker reagisce come facciamo tutti noi, esseri umani
Nessun sistema economico è al sicuro, perché gli shock viaggiano velocemente e, molto spesso, in direzioni inattese
Quando il commercio internazionale aumenta la possibilità di conflitto
Come ti rendo innocui i non performing loan
Con le simulazioni Monte Carlo, arriva una rivoluzione epocale nella valutazione probabilistica del rischio nei business plan
Ridurre le infezioni ospedalieri con nuovi metodi di pulizia

 

di Claudio Todesco

News

Tutte le News
  • Comprendere le conseguenze del lockdown per le persone anziane

    Un'indagine su larga scala sulle persone anziane esplorera' gli effetti reali dell'isolamento per prepararsi ad eventi simili in futuro  

  • Politica del lavoro, la vera agenda Trump deve ancora cominciare

    Le mosse del Presidente sono spesso anti sindacali e sempre anti Obama, secondo l'analisi di Davide Zecca  

Seminari

  Novembre 2020  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Seminari      

Tutti i Seminari
  • Marital Property Regimes and Investments: Evidence from Spain
    PhD JM Practice Talk - Applied Microeconomics

    Blanka Imre, Bocconi University

    Webinar

  • Gender Equality

    Introduction: Paola Profeta, Università Bocconi Keynote Speaker: Matthias Doepke, Northwestern University Winners of the Unicredit Foundation Best Paper Award on Gender Economics: Silvia Griselda University of Melbourne Lingwei Wu, University of Bonn Xinyu Fan, Cheung Kong Graduate School of Business (CKGSB) Conclusions: Laura Penna, UniCredit

    Online Conference